L’acne, un problema non solo giovanile

AC.jpgLo stress, i cicli ormonali, il fumo e l’assunzione di determinati farmaci possono essere all’origine del problema

 

L’acne non è soltanto un problema giovanile: un recente studio ha rivelato che colpisce il 35% 
delle donne fra i 30 e i 39 anni. E di queste, una su quattro non ne ha mai sofferto durante l’adolescenza. “L’acne adulta ha caratteristiche diverse da quella giovanile”, spiega la dottoressa Chiara Galloni, specialista in Dermatologia e Venereologia “si manifesta soprattutto sulla parte 
bassa del viso
su guance e mento, ha un’intensità moderata anche se può durare diversi anni 

e si sviluppa su una pelle che con l’età diventa più sensibile e tollera meno i trattamenti, talvolta aggressivi, specifici per l’acne”.

 

I fattori scatenanti

Tra le cause c’è lo stress, che provoca una produzione eccessiva di cortisolo, e di conseguenza una stimolazione eccessiva della ghiandola sebacea, e la successiva comparsa delle “lesioni”.

“Anche i cicli ormonali influiscono sull’aggravamento dell’acne nel periodo premestruale”, precisa Galloni “ma i dermatologi sospettano altri fattori determinanti, come il fumo, l’assunzione di certi farmaci e l’utilizzo di cosmetici non adatti”.

Il fai da te è assolutamente da evitare, per scongiurare infezioni e complicazioni, ma un buon cosmetico aiuta nella risoluzione del problema, sia nella cura sia nella prevenzione. Il prodotto adatto non deve provocare irritazioni, allergie e non deve essere comedogenico, cioè che favorisca l’insorgenza di comedoni.

Tra le sostanze più efficaci, l’associazione di lipoidrossiacido (LHA) e retinolo linoleato che corregge le disfunzioni cutanee all’origine dell’ostruzione ripetuta dei pori. L’acido salicilico e LHA sono validi per trattare le imperfezioni e le conseguenze che hanno sulla grana e sul colorito della pelle, mentre l’acido glicolico e l’acido citrico attenuano sia le rughe sottili che quelle marcate, riducono le irregolarità, svolgono azione schiarente e aumentano la luminosità cutanea. L’estratto 
del fungo Fomes Officinalis, infine, produce un forte effetto astringente e tonificante sulla pelle, compattandola e rendendola più elastica. (Art. tratto da più sani più belli)

L’acne, un problema non solo giovanileultima modifica: 2011-10-03T10:40:43+00:00da ang2011
Reposta per primo quest’articolo