Crisi, cena gratis per clienti in ‘mutande’

crisi.pngForcoli (Pisa) “Il Governo Monti ci ha ridotto in mutande e noi offriamo una cena a chi si presenta senza pantaloni”. Questo era l’annuncio di Alessandro Signorini, proprietario di un ristorante a Forcoli, nel Comune di Palaia (Pisa) e ieri sera una ventina di clienti in mutande: per loro cena gratis a base di lasagne e arrosto. L’iniziativa anti-crisi ha attirato gruppi di ragazzi, ma anche giovani coppie che si sono spogliati all’esterno del ristorante sfidando le bassissime temperature e sono entrati nel locale trionfanti e sorridenti. Donne in babydoll e completini intimi scherzosi, ragazzi in boxer colorati o addirittura perizoma con pupazzi davanti alle parti intime. Qualcuno ha cenato in mutande, ma continuando a indossare cappelli di lana in testa e sciarpe al collo oppure con solo giacca e camicia. La risposta all’idea di Signorini è stata un successo: qualcuno si è presentato senza pantaloni solo per cenare gratis e passare qualche ora in allegria e in un’atmosfera completamente diversa dal solito. Ma altri hanno aderito con convinzione a un’iniziativa che denuncia un impoverimento generale di famiglie, giovani e anziani.(fonte Ansa)

Crisi, cena gratis per clienti in ‘mutande’ultima modifica: 2012-02-01T06:35:20+00:00da ang2011
Reposta per primo quest’articolo