Resistere a Facebook e Twitter più difficile di dire no ad alcol

Resistere ai social network sarebbe più difficile di rinunciare al sesso o, per i fumatori, alle sigarette.

Lo ha stabilito uno studio statunitense, secondo il quale ormai, per la maggior parte delle persone, controllare il proprio profilo Facebook, Twitter e o di altri social media, sarebbe diventato una vera e propria dipendenza.

Un team di ricercatori dell’Università di Chicago, guidati dal dottor Wilhelm Hofmann, ha effettuato un esperimento su 250 persone di età compresa tra i 18 e gli 85 anni, ai quali sono stati inviati 7 Sms al giorno per una settimana.

I messaggi servivano a chiedere ai volontari quali desideri avessero provato nella mezz’ora precedente. Sui primi tre gradini del podio si sono piazzati tre bisogni primari, rispettivamente: mangiare, dormire e bere (non alcolici).

Con gran sorpresa dei ricercatori al quarto posto si è classificato il desiderio di social media, nello specifico controllare la mail (71%) o accedere ai social network (65%). Solo dietro troviamo l’alcol, piazzatosi al sesto posto e il sesso, nono in classifica.

Quando è stato chiesto ai partecipanti di resistere ad alcuni di questi bisogni, la tentazione di controllare i social network è stata impossibile da frenare per il 42% dei soggetti, contro il 22% di chi non è riuscito a resistere al cibo e l’11% al sesso.

Probabilmente la ragione risiede nel fatto che accedere a FacebookTwitter e agli altri social network è abbastanza facile e comunque molto più semplice del soddisfare altri desideri, di conseguenza avendoli quasi sempre a portata di mano, riuscire a resistervi risulta molto più difficile.

 

pc.jpg

Resistere a Facebook e Twitter più difficile di dire no ad alcolultima modifica: 2012-11-02T06:21:07+00:00da ang2011
Reposta per primo quest’articolo