Migliorare la memoria muovendo gli occhi

La memoria potrebbe essere migliorata di circa il 10 per cento se ogni mattina si fanno dei semplici esercizi con gli occhi. In base a una ricerca condotta in Gran Bretagna e pubblicata sulla rivista scientifica Brain and Cognition, se si sposta lo sguardo ripetutamente da destra verso sinistra, e viceversa, per almeno 30 secondi al giorno, si riesce a migliorare la memoria del 10 per cento perché tale esercizio consente ai due emisferi del cervello di interagire più efficacemente.

In un’intervista rilasciata al Times, Andrew Parker, il ricercatore della Manchester Metropolitan University che ha coordinato lo studio, ha spiegato che grazie ad un’interazione più efficiente tra i due emisferi dovuta al movimento oculare bilaterale si possono avere notevoli benefici in quelle situazioni di insicurezza, incertezza o confusione su quello che dobbiamo fare o dire. Secondo l’esperto i risultati di questo studio potranno essere particolarmente utili a quelle persone che devono affrontare un esame e che si rendono conto di non riuscire a ricordare qualche informazione, spesso capita di avere le informazioni in testa ma si verificano dei veri e propri blocchi che ci fanno perdere dei minuti preziosi in determinati test.

Parker, per provare la sua ipotesi, ha coinvolto 102 studenti universitari. A tutti i partecipanti è stato chiesto di ascoltare 20 liste costituite da una serie di 15 parole, successivamente, in un foglio dove erano contenuti diversi vocaboli, dovevano sottolineare quelli che si ricordavano di aver sentito. Al termine dell’esperimento si è riscontrato che i partecipanti che prima del test avevano effettuato l’esercizio con gli occhi, sono riusciti mediamente ad individuare il 10 per cento delle parole in più, inoltre, si è rilevata una capacità superiore del 15 per cento di individuare quei termini presenti nella seconda lista che avevano un suono simile a quelli ascoltati.

Il ricercatore sottolinea che questo studio mostra che la memoria istantanea può essere migliorata, sicuramente bisognerà effettuare ulteriori test per comprendere in quale contesto la tecnica del movimento bilaterale degli occhi possa essere veramente efficace sulla memoria. Parker conclude dicendo che tuttavia, se non si ricorda qualcosa, anche se serviranno ulteriori studi, provare a muovere gli occhi da una parte all’altra non ha di certo effetti collaterali e in alcune persone si potranno riscontrare degli effettivi miglioramenti della memoria.

 

ok.jpg

Migliorare la memoria muovendo gli occhiultima modifica: 2012-11-08T06:45:37+00:00da ang2011
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Migliorare la memoria muovendo gli occhi

I commenti sono chiusi.